Il ragazzo della via Gluck – Cover – 1a tappa, parte I

Quando si parla della “Via Gluck”, automaticamente si pensa a Celentano e bastano le prime 4 note di chitarra per riconoscerne la melodia. Il ragazzo della via Gluck è sicuramente una delle sue canzoni più conosciute. Tanto che ha avuto numerosissimi cover e rielaborazioni in tutto il mondo.

La canzone partecipa al festival di Sanremo a gennaio del 1966, ma viene eliminata abbastanza velocemente.
Appena un mese dopo, in pratica contemporaneamente all’uscita del singolo di Celentano (Clan ACC 24032), Giorgio Gaber incide la canzone su minidisco (POP NP 300001), allegato alla rivista POP – Il Disco Tascabile Magazine Anno 1° – Numero 1.
Come lato B troviamo la bellissima canzone di Domenico Modugno, Dio come ti amo (canzone vincitrice del festival)qui incisa da Iva Zanicchi.

Sempre nel 1966, l’ interpretazione di Gaber viene riproposta come allegato alla rivista POP Anno 1° – Numero 8 (POP NP 250008), però stavolta come lato B abbiamo Una casa in cima al mondo di Utto Hammers.

POP NP 300001 POP NP 250008
POP NP 300001 POP NP 250008

 

La prima versione estera la troviamo sempre nel 1966 in Francia, dove viene interpretata da Françoise Hardy (anche lei presente sul palco dell’Ariston quell’anno), con il titolo La maison ou j’ai grandi (la casa dove sono cresciuta) portando la canzone in mezza Europa, come dimostrano le stampe di Norvegia e Danimarca del 1967.
Non dimentichiamoci che la Hardy ha inciso la canzone anche in altre 2 lingue: italiano e francese.

Ma la cantante che porterà questa canzone nel mondo sarà Verdelle Smith, proponendo la sua versione inglese con il titolo Tar and Cement (catrame e cemento). La sua interpretazione arriverà quasi nei 4 angoli del mondo e il disco verrà stampato in Canada, Australia, Nuova Zelanda e perfino in Rhodesia.
Di Tar and Cement esistono almeno 2 versioni, una lunga e una corta, che è stata tagliata in vari punti della canzone.

Nel frattempo, in Europa, altri cantanti si cimentano con una loro traduzione della canzone e così troviamo una versione svedese cantata da Anna-Lena Löfgren intitolata Lyckliga gatan (la strada felice), ma di queste parleremo in un altro appuntamento.

 

:arrow: seconda parte…

 

Collegamenti:
Elenco delle cover
Elenco delle cover di Il ragazzo della via Gluck